Fotografia

Questa è una delle cose che faccio quando la voglia di bellezza mi coglie. È come quando lo stomaco richiede cibo, dopo giorni di digiuno. E il risultato potrà non essere sempre soddisfacente ma non importa, perché se l’immagine non c’è, fisicamente, non è abbastanza bella o giusta, dentro di me rimane nella sua perfezione ideale. Proprio come l’avevo studiata: luci e ombre, composizione, cornice. E poi magari riappare, dopo qualche giorno o dopo qualche anno, e si fa pensiero, parole o relazione.